Sola

Arriva per molti, prima o poi.

Arriva senza che tu abbia il tempo di accorgertene e l’unica cosa che ti va di fare è piangere.

Piangi sempre, piangi se non trovi una cosa, piangi se sei stanca, piangi se hai fame, piangi dopo una corsa, piangi sempre, piangi e punto. Improvvisamente.

E non puoi farci nulla, se non piangere.

I tuoi pensieri sono sempre più cupi e negativi, riesci a pensare solo a cose brutte, non riesci a stare bene, non riesci a sorridere quando tuo figlio ti abbraccia, o meglio, sorridere sorridi, ma dentro di te vorresti piangere perchè le uniche cose che ti passano per la mente sono proiettate in un futuro di terrore: e se gli succedesse qualcosa?

E arriva il panico, misto dolore e disperazione e non riesci a reagire, ti sembra di sprofondare sempre più in basso. Ma di cose belle nella vita le hai, a partire dalla tua famiglia.

Quindi…cosa vuoi di più?

Non si sa, soffri e basta.

E’ un dolore sordo, vuoto, muto, ti uccide, da dentro. Devi reagire, lo sai, ma non ci riesci, davvero non ci riesci: cosa ti sta succedendo??

E hai chi ti capisce, chi prova ad aiutarti, ma non funziona. Non è abbastanza. Non stai mai bene, solo dolore e vuoto dentro di te.

Spesso ti viene addirittura la nausea, ti viene il nervoso, urli e ti arrabbi. Spesso anche senza un motivo specifico. Che schifo.

Il fatto è che non c’è un motivo per il quale tu stai così. Se ci fosse, faresti qualcosa per stare meglio probabilmente. Ma non sai qual’è la causa. Non sai il perchè di tutto ciò. E piangi.

E guardi la tua vita, e appare un disastro ai tuoi occhi.

Non ti sei realizzata negli studi, nel lavoro e nemmeno come madre. Ti vedi sempre sbagliata, sempre colpevole per qualsiasi cosa accada. Ti senti inutile, e sola.

E ti accorgi anche che il tuo livello di concentrazione diminuisce drasticamente, improvvisamente nel fare cose di routine quotidiana ti dimentichi dei passaggi.

Ad esempio ti lavi i denti senza dentifricio, ma te ne accorgi subito e rimedi al danno. Oppure ti fai la doccia e scambi lo shampoo con il bagnoschiuma. Oppure prepari una bottiglia di tè (in polvere) senza dosare, versi il contenuto del sacchetto direttamente nella bottiglia di acqua.

Non sono cose gravi, ma sono situazioni che si generano e tu, puoi solo vederle come un aggravarsi della situazione che si è creata.

Stai peggiorando, lo sai, ma non riesci a rimediare.

Stai morendo, dentro. Sei inutile, impotente, stanca, hai o troppa o troppo poca fame, sei distrutta, vuota, persa. Ma il problema, come già detto, è che ti vedi! E’ come se fossi un’ombra esterna al tuo corpo e alla tua mente. E ti dai dell’idiota, ma non ne esci. Perchè?

Ti isoli, ti allontani da tutto e da tutti, sei solo un peso per gli altri, e per te stessa.

E stai li, immobile, a lasciarti travolgere dalle tue ingiustizie e impotenze.

Perchè proprio, a reagire, non ci riesci.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...